medfilm  
pixel pixel pixel
 
Locandina MedFilm Festival 2010
MedFilm Festival 2010






MedFilm Festival 2010 ha proposto, com'è ormai tradizione, un palinsesto ricco di proiezioni, eventi speciali e incontri con gli autori: una selezione del meglio del cinema mediterraneo ed europeo. 100 film da più di 50 Paesi, per la maggior parte in anteprima. Come il film di apertura, Bal (Honey) del regista turco Semih Kaplanoğlu, già Orso d'Oro alla Berlinale, e presentato in anteprima nazionale al MedFilm Festival 2010.





Ospiti d'Onore di questa edizione sono stati la SPAGNA e il LIBANO, protagonisti del festival con eventi speciali, proiezioni e omaggi dedicati a entrambi i paesi. Sono state realizzate due Vetrine Speciali, panoramiche degli ultimi 10 anni delle rispettive cinematografie, per rintracciarne tematiche, stili e nuovi autori.

In apertura è stato consegnato il Premio Nuovi Talenti a DANIEL MONZON, talentuoso regista iberico, mentre durante la Cerimonia di premiazione è stato attribuito il Premio alla Carriera a JOCELYNE SAAB, regista, fotografa e giornalista tra le più attive in Libano. Ha cominciato la sua carriera di reporter durante la guerra.

Tra le NOVITÀ 2010, la sezione Cinema del Presente-Nuova Europa che ha esplorato forme e poetiche del cinema del reale, attraverso il tema della frontiera. Film che raccontano i rapidi cambiamenti sociali e che evidenziano lo sforzo dell’Europa comunitaria che sostiene l’integrazione culturale anche attraverso gli audiovisivi, con i programmi Eurimages, Media e Premio Lux, di cui sono stati presentati i 3 film finalisti.

Il Premio Amore e Psiche per il miglior film in concorso è stato assegnato alla coproduzione turco-tedesca Min dît (The Children of Diyarbakir) di Miraz Bezar, per l'eleganza della sua regia e l'eloquenza dei silenzi e degli sguardi dei piccoli protagonisti. La Menzione Speciale è andata a Korkoro (Freedom) di Tony Gatlif perché, raccontando la persecuzione nazista subìta dalla popolazione rom, riesce ad uscire dai confini storici mettendo in luce la dolorosa sorte che tale popolo subisce in particolare nella nostra epoca. Il riconoscimento per l'Espressione Artistica al film libanese Balle Perdue (Stray Bullet) di George Hachem, per il controllo del linguaggio cinematografico e la grazia delle immagini e del soggetto.

Spazio anche all'approfondimento, con il Forum Nuovi Confini dell'Europa-La Strategia dell'UE per Valorizzare le Diversità Culturali e, in collaborazione con Editore Irradiazioni, la 1a edizione della Giornata delle Letterature Mediterranee.



|

 



2010

 

2009

 

2008

 

2007

 

2006

 

2005

 

2004

 

2003

 

2002

 

2001

 

2000

 

1999

 

1998

 

1997

 

1996

 

1995

 

 
  MedFilm Festival Onlus - Via Mantova 4 - 00198 Rome, Italy - Tel. +39.06.85354814 - Fax +39.06.8844719 - info@medfilmfestival.org